Home »

 
 

Carta Servizi CDI

 

 

  1. Presentazione
    • Chi siamo

 

Il Centro Diurno Integrato “G. Perusini” è un servizio che opera in regime diurno, intermedio tra i servizi di assistenza e cura domiciliare e quelli residenziali, in cui vengono svolte attività destinate a persone parzialmente o totalmente non autosufficienti, che al termine della giornata rientrano in famiglia.

Tale servizio è specializzato nell’assistenza a persone affette da Demenza senile, vascolare o degenerativa come la Malattia di Alzheimer.

 Il Centro Diurno è gestito dall’Istituto Geriatrico Milanese S.p.A. (I.G.M.) che svolge servizi di tutela e di cura agli anziani non autosufficienti. L’I.G.M. offre inoltre due Residenze Sanitarie Assistenziali (300 posti letto accreditati e 5 posti di sollievo) ed un servizio di Assistenza Domiciliare Integrata.

1.2 Descrizione della Struttura

La struttura del Centro Diurno si sviluppa lungo l’asse di un corridoio centrale che mette tutti gli spazi in comunicazione tra loro, semplificando l’orientamento delle persone. Subito dopo la porta di accesso, abbiamo sulla destra, lungo il corridoio, spazi che riproducono gli ambiente domestici: la camera da letto e due locali polifunzionali (un soggiorno ed un tinello). Al termine del corridoio vi sono la sala riposo dove in determinati orari si svolgono attività di animazione di gruppo, di comunicazione, di dialogo e di intrattenimento e un  salone-soggiorno.

La scelta e la disposizione degli arredi del centro diurno mirano a ricreare un ambiente di tipo familiare.

1.3 Autorizzazione e accreditamento

Il CDI è stato autorizzato della Provincia di Milano con la disposizioni N. 150/2004 del 22 giugno 2004 ed è stato accreditato per 30 posti dalla Regione Lombardia con deliberazione n° VII/20092 del 23/12/2004. I posti contrattualizzati con la ATS di Milano sono 30.

  1. Missione

2.1 Valori di riferimento

I principali valori  cui fa  riferimento l’organizzazione del Centro Diurno “G.Perusini” sono :

UNIVERSALITÀ. Il rispetto del diritto di ogni persona ad essere assistita e curata senza alcuna distinzione e discriminazione.

RISPETTO DELLA DIGNITÀ DELLA PERSONA. La dignità della persona è un valore che deve essere salvaguardato di fronte a qualsiasi difficoltà, malattia o disabilità.

ACCOGLIENZA. Richiede un impegno continuo nello sforzo di farsi carico dei bisogni della persona per assicurare una migliore qualità di vita.

CENTRALITÀ DELLA FAMIGLIA. Il legame con i familiari è una parte fondamentale nel sostegno della persona anziana, che influisce sul suo stato psicofisico, pertanto il Centro Diurno favorirà in ogni modo la partecipazione e le relazioni con l’ambiente familiare di provenienza.

2.2 Finalità e obiettivi 

Il Servizio del Centro Diurno è finalizzato allo svolgimento di attività che abbiano come obiettivo il mantenimento e il recupero, ove possibile, dell’autonomia delle persone affette da demenza, in modo da consentirne il più possibile la permanenza al domicilio. Alla base di tali attività è necessaria una continuativa ed importante collaborazione tra il Centro Diurno, le famiglie di appartenenza dell’ospite, i servizi sanitari e socio assistenziali sul territorio.

Le finalità che il Centro Diurno persegue sono:

– la tutela della salute e del benessere dell’Ospite;

– il sostegno dei familiari che, disponibili a mantenere il parente a domicilio, necessitano di appoggio significativo nelle ore diurne;

– il miglioramento delle capacità residue degli ospiti affetti da Demenza senile, per il mantenimento dei livelli di autonomia posseduti;

– lo stimolo degli interessi di interrelazione degli Ospiti per renderli il più possibile partecipi alla vita sociale.

In particolare,  il C.D.I. si pone i seguenti obiettivi:

– attuare un programma di recupero funzionale e di riabilitazione psicocognitiva per contrastare il deterioramento dei livelli di autonomia posseduti quali il decadimento delle funzioni cognitive e psicomotorie;

migliorare il controllo delle problematiche comportamentali di recente insorgenza o aggravamento;

– offrire alle famiglie sollievo dal gravoso onere assistenziale;

sostenere i familiari condividendone il percorso della malattia.

2.3 Servizio e territorio

Il nostro CDI è inserito nella rete territoriale dei servizi pubblici e privati e collabora con il Comune di Milano, al quale ha offerto la disponibilità di tutti i posti di cui necessita.

La rilevanza dei Centri diurni nell’ambito della rete dei servizi residenziali e domiciliari è quella di offrire un intervento alternativo al ricovero, che allo stesso tempo è capace di sostenere una complessità di bisogni ed una intensità di cura difficilmente gestibile a casa.

Il CDI “G. Perusini” è uno dei punti di riferimento per la Circoscrizione e per le aree limitrofe per l’assistenza alle persone con demenza ed è aperto a collaborazioni con le Istituzioni ed i Servizi presenti sul territorio.

 

  1. Informazioni

3.1 Ubicazione ed accessibilità

 

Il Centro Diurno Integrato (C.D.I.) “G. Perusini” si trova a Milano in Via A. Paravia 63, al piano rialzato dell’Istituto Geriatrico Milanese, nel quartiere di San Siro, all’interno della Circoscrizione numero 7.

Il Centro Diurno è raggiungibile:

– con l’autobus: linea 98, fermata in via Paravia; linea 49, fermata in via Capecelatro, perpendicolare a via Paravia;

– con la metropolitana: linea rossa direzione Molino-Dorino, fermata Lotto-Fiera, in combinazione con autobus linea 98, 3° fermata. Linea lilla direzione San Siro fermata Segesta.

 

3.2 Sportello di informazione al pubblico e visite guidate

Per informazioni sul Centro Diurno, visionare la Carta dei Servizi o richiedere la modulistica per la domanda d’ingresso ci si può rivolgere alla Reception tutti i giorni dalle h. 8.00 alle h. 19.00.

La modulistica è composta dalla “Domanda d’Inserimento Unificata presso i CDI dell’ATS di Milano” e dalla “Scheda sanitaria di ingresso presso i CDI dell’ATS Milano” da far compilare al medico curante.

Al piano rialzato si trova l’Ufficio accoglienza e relazioni con il pubblico (U.A.R.P.) al quale ci si può rivolgere per avere informazioni più dettagliate sui servizi offerti.

Per una visita guidata del CDI ci si può rivolgere alla Coordinatrice del Centro al numero telefonico 02 487887-261 dalle ore 9:00 alle ore 16:30. 

3.3 Condizioni che danno titolo all’accesso 

Il CDI è un’unità d’offerta semiresidenziale rivolta a soggetti anziani di ambo i sessi affette da demenze senili a varia eziologia.

3.4 Lista di attesa CDI

Qualora il CDI Perusini non sia in grado di far fronte alle domande pervenute e ritenute ammissibili, viene redatta una lista di attesa ai fini dell’accesso al servizio.

La Lista di attesa viene gestita dalla Coordinatrice del CDI. Le domande sono ordinate sulla base della data di presentazione. L’ammissione al CDI dell’utente è subordinata alla posizione che lo stesso occupa nella lista che viene aggiornata ogni tre mesi.

3.5. Informazioni utili

Responsabile della struttura: dott. Antonino Manzo

Medico Responsabile: dott.ssa Federica Bellocchi

Medico Referente: dott.ssa Debora Mago

Assistente Sociale: dott.ssa Annalisa Boccia

Coordinatrice: sig.ra Maria Mottola

Psicologa: dott.ssa Tiziana Pennacchio

Educatrice Professionale: sig.ra Sara Felicella

Servizio di fisioterapia: Sig.ra Annalisa Celli e Signora Paola Ippolito

Tutela della privacy (D.Lgs. N. 196/2003): L’istituto Geriatrico Milanese S.p.A., con sede in Milano, Via Paravia 63, R.I. MI: 1539689 – capitale versato: € 120.000, è tenuta a fornire specifiche informazioni sul trattamento dei dati personali.

  • Dati trattati; finalità del trattamento:

I dati personali, anagrafici, giudiziari e relativi allo stato di salute, alla lingua e alla religione dell’Utente e i dati anagrafici del Contraente sono trattati per finalità strettamente attinenti all’attività socio-assistenziale e sanitaria della società e più specificamente: 1) per esigenze preliminari alla stipula dei contratti con i clienti; 2) per l’adempimento degli obblighi e l’esecuzione delle operazioni previste dai contratti con i clienti; 3) per l’esecuzione degli obblighi e degli adempimenti (amministrativi,fiscali,contabili,etc.) disposti dalla legislazione vigente; 4) per ogni altra esigenza di tipo operativo e gestionale che sorge in relazione ai servizi svolti in favore dell’interessato.

  • Obbligatorietà/facoltatività del conferimento dei dati:

Il conferimento dei dati è facoltativo, ma il rifiuto di fornirli può comportare l’impossibilità ad instaurare il rapporto e ad eseguire il contratto.

  • Modalità del trattamento:

Il trattamento è effettuato mediante strumenti cartacei ed elettronici. I dati elettronici sono gestiti su rete locale tramite server. I dati personali sono trattati nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 e dei consueti obblighi di riservatezza. I dati degli utenti sono raccolti da Incaricati specificamente autorizzati, i quali li registrano sulle cartelle sanitarie e negli archivi amministrativi.

  • Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati:

I dati possono essere comunicati, nei limiti del rispettivo incarico, a: 1) soggetti ai quali la facoltà di accedere ai dati stessi sia accordata da disposizioni di legge, da regolamento o da normativa comunitaria (in particolare i dati possono essere comunicati agli uffici dell’Amministrazione Comunale o dell’Azienda Sanitaria, qualora il rapporto con il cliente sorga nel contesto di una convenzione con tali enti); 2) il medico curante, il personale medico e infermieristico, assistenziale e socio-sanitario; 3) i seguenti responsabili del trattamento: responsabile per il riscontro agli interessati, responsabile degli archivi elettronici, responsabile dati amministrativi, responsabili manutenzione  degli archivi elettronici; 4) i seguenti responsabili, in caso l’Utente riceva prestazioni o acquisti prodotti da tali soggetti presso la struttura in cui è assistito: guardie mediche, fisiatri, ortopedici, podologi, laboratorio esami medici, infermieri, addetti socio-assistenziali, farmacia, parrucchiere.

  • L’ambito di diffusione dei dati è comunque limitato a quanto strettamente necessario per le finalità sopra elencate e per la gestione del rapporto.
  • Diritti dell’interessato:

L’art. 7 del Dlgs 196/2003 conferisce all’interessato l’esercizio di alcuni diritti, quali la facoltà di chiedere conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, di ottenerne la comunicazione in forma intelligibile, l’indicazione dell’origine dei dati e delle finalità/modalità del trattamento, di ottenerne l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione e, in caso il trattamento sia contrario alla legge, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati.Si potranno esercitare tali diritti rivolgendosi al personale addetto all’accoglienza in struttura o al responsabile per il riscontro agli interessati (mediante richiesta scritta a IGM S.p.A., Via Paravia 63, 20148- Milano, n. fax 02/40093456).

  • Responsabile del trattamento:

Il responsabile per il riscontro agli interessati è il dott. Antonino Manzo (domiciliato presso la sede di Milano, in Via Paravia n. 63). L’elenco completo dei responsabili è consultabile presso la sede legale o inviando richiesta scritta al num. fax 02/40093456 (all’attenzione del responsabile del trattamento), ovvero mediante consultazione della pagina web sul sito www.igm-care.it.

Fumo: per il rispetto degli altri ospiti e per la propria salute è vietato fumare negli spazi comuni ed aperti al pubblico.

Aria condizionata:  è presente negli spazi del Centro Diurno.

Norme antincendio ed antinfortunistiche: nella struttura è stato predisposto un piano d’emergenza con specifiche procedure operative. Il personale della struttura è in grado d’intervenire in caso di emergenza o d’incendio, per tutelare la sicurezza degli utenti.

Ricevimento parenti: il medico del CDI riceve i parenti due giorni a settimana il martedì ed il giovedì dalle h. 14.00 alle h. 16.00. La Coordinatrice, sig. ra  Maria Mottola, è reperibile telefonicamente al numero 02 487887 261, tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 16.30. Inoltre si possono programmare incontri su appuntamento con tutte le figure professionali.

Gli apparecchi protesici, (occhiali, dentiere, protesi acustica, bastone, ecc) in dotazione all’ ospite, vanno segnalati all’ Infermiere Professionale del CDI, evidenziandone lo stato di mantenimento. I familiari sono invitati a non lasciare agli ospiti somme di denaro e oggetti preziosi.

Il CDI non ammette l’inserimento di personale di assistenza privato quali ad esempio assistenti suppletive o badanti.

Si ricorda che è inoltre severamente vietato effettuare riprese fotografiche o video degli ospiti, del personale, degli ambienti e delle attrezzature del Centro Diurno.

È vietato introdurre oggetti contundenti, armi, apparecchiature elettriche, prodotti chimici (ad es. detersivi, acetone, candeggina ecc) e animali. È vietato fumare all’interno di tutti i locali del CDI ed è altresì vietato consegnare agli ospiti accendini e fiammiferi. È vietato introdurre, consegnare e somministrare agli ospiti farmaci, sostanze alcoliche e cibi.

Al fine di migliorare i servizi offerti dal CDI in allegato alla Carta dei servizi viene consegnato un questionario di soddisfazione. Si prega di compilarlo e consegnarlo al Front-office.

Le modifiche alla Carta dei Servizi saranno comunicate quanto prima agli Ospiti, ai Familiari e agli Amministratori di sostegno tramite affissione nella bacheca del Centro.

3.6 Tutela

Il CDI garantisce la funzione di tutela nei confronti dell’ospite, il quale può formulare anche tramite i famigliari delegati suggerimenti e presentare reclami per iscritto o verbali all’U. A. R. P.. L’ufficio provvede a dare una immediata risposta per le segnalazioni e reclami di facile soluzione, altrimenti informa la Direzione che predispone un’indagine. Le segnalazioni pervenute saranno protocollate e riceveranno una risposta entro 15 giorni lavorativi. L’ufficio è ubicato al piano terra dell’Istituto ed è aperto al pubblico dalle 9:00 alle 16:00. Chiunque volesse esprimere le proprie osservazioni o reclami può farlo tramite :

  • compilazione dell’apposito modulo
  • lettera in carta semplice
  • segnalazione telefonica o fax

telefono:       02/487887261; 

fax :           02/40091137;               

dove : Ufficio Accoglienza e Relazioni con il Pubblico

quando: da lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 16,00.

Il CDI “G. Perusini” è un Centro Diurno per anziani facente parte della rete delle unità d’offerta socio sanitarie della Regione Lombardia. Tutte le richieste di ingresso sono sottoposte ad una valutazione medica e sociale in cui vengono esaminate le caratteristiche e le condizioni di bisogno dell’ospite al fine di garantire un adeguato inserimento. Il CDI si impegna affinché gli ospiti vengano assistiti secondo criteri di appropriatezza e favorisce la continuità assistenziale. Laddove necessario il CDI segnalerà all’ATS o al Comune di residenza eventuali situazioni complesse. Tutte le prestazioni offerte dal CDI sono riportate nella Carta dei Servizi. Per maggiori informazioni in merito ai servizi offerti dal CDI o per altre unità di offerta ci si può rivolgere all’Assistente Sociale, il cui ufficio si trova al piano terra dell’Istituto. Per informazioni più dettagliate si può consultare il sito della Regione Lombardia: www.regione.lombardia.it.. All’Assistente sociale si potranno altresì richiedere informazioni per accedere a forme di integrazione economica o ad altri benefici oppure consultare il sito del Comune di Milano, www.comune.milano.it o il portale del proprio comune di residenza. L’IGM informa che in tutti i casi in cui si ritiene negata o limitata la fruibilità delle prestazioni nonché per ogni altra eventuale necessità si potrà richiedere l’intervento del difensore civico (per maggiori informazioni consultare il sito www.difensorecivico.lombardia.it) oppure rivolgersi all’Ufficio di Pubblica Tutela o all’Ufficio Relazioni con il Pubblico della ATS Milano i cui riferimenti sono riportati sul portale www.ats.milano.it. È possibile richiedere un colloquio con le diverse figure professionali del Centro previo appuntamento.

 

  1. Modello gestionale ed organizzazione delle attività

4.1 Presa in carico ed accoglienza

  1. Colloquio preliminare:

 Viene tenuto dall’Assistente sociale e dalla Coordinatrice del Centro. Durante il colloquio vengono raccolti i dati personali dell’ospite e viene richiesto un certificato medico che attesti la diagnosi di demenza e l’assenza di malattie infettive.

Verrà poi lasciato al familiare un questionario informativo da compilare.

La coordinatrice del Centro farà visitare, sia all’ospite che al familiare, la struttura del CDI ed i vari spazi adibiti alle specifiche attività.

Viene presentato il programma delle attività ed il personale.

  1. Fase di accettazione:

Si procede all’accettazione dell’ospite al CDI.

Il medico provvederà ad effettuare la visita medica e la raccolta anamnestica con compilazione della cartella clinica aiutato dal familiare.

I componenti dell’equipe multidisciplinare (psicologo, educatore, terapista della riabilitazione, Infermiere professionale, assistente sociale e ASA) effettueranno, ognuno per la propria parte di competenza, le prime valutazioni anche per mezzo della somministrazione di test specifici  (Indice di Barthel, Mini Mental Test Examination, Tinetti)

La  psicologa avrà il compito di effettuare:

In fase d’ingresso con il familiare

– un’intervista strutturata attraverso l’utilizzo di una “Scheda biografica” mirata a raccogliere i dati biografici (anamnesi) e gli stralci della storia personale dell’ospite (eventi significativi, lutti, interessi precedenti, vita familiare e lavorativa, ecc…).

Con il familiare

-spazio d’ascolto con il familiare per sostegno individuale

-organizzazione gruppi di self – help con i familiari degli ospiti

Con l’ospite

– “Spazio di ascolto” in cui ogni ospite ha la possibilità attraverso colloqui individuali di superare momenti di crisi e difficoltà.

– Applicazione ADAS (Alzheimers Disease Assesment Scale)

  1. c) Periodo di sperimentazione:

Nel caso in cui la richiesta venga valutata positivamente, si concorda un periodo di circa una    mese di frequenza durante il quale si sperimenta e contestualmente viene osservato da parte degli operatori (Medico, infermiera professionale, animatrice, A.S.A.) l’ambientamento degli ospiti. Il personale è a disposizione dei familiari per spiegazioni e chiarimenti in merito alla gestione del CDI.

  1. d) Ingresso dell’ospite al CDI.

4.2 Dimissioni

Oltre ai casi di morosità, le eventuali dimissioni dal Centro Diurno riguardano principalmente gli ospiti per i quali era previsto, in accordo con i familiari, solo un periodo di permanenza temporanea per sollievo dal carico assistenziale. D’altra parte l’aggravamento delle condizioni cliniche e la perdita completa dell’autonomia degli utenti possono determinare la programmazione delle dimissioni degli ospiti dal Centro Diurno ed il loro trasferimento presso altri regimi di cura più idonei.

Al momento della dimissione il medico insieme alla equipe multidisciplinare (Coordinatrice, Animatrice, Assistente Sociale, Fisioterapista, Psicologa) compila una relazione completa che identifica i problemi clinici ed assistenziali al momento dell’ingresso, il percorso fatto dall’anziano/a, il quadro clinico al momento della dimissione, la terapia consigliata ed i programmi attuati. Tale relazione sarà consegnata al parente unitamente alla documentazione clinica personale portata dall’ospite e una copia rimarrà in cartella. In caso di trasferimento in altra struttura i Medico fornirà la propria disponibilità a contattare telefonicamente il nuovo curante dell’anziano al fine di assicurare la continuità delle cure.

4.3 Organizzazione delle attività: giornata tipo

  • Accoglienza degli ospiti al Centro Diurno all’ingresso.
  • Attività cognitiva (R.O.T. informale) dalle30 alle 11.00 rivolta a tutti gli ospiti attraverso l’uso del calendario dinamico e del cartellone stagionale, stimolando le funzioni cognitive e l’orientamento spazio temporale.
  • Attività di animazione (attività creative e laboratori di giardinaggio e di cucina, passeggiate) dalle ore 11.00 alle ore 12.00
  • Pranzo dalle ore 13.00 alle 14.00

Menù tipo:   Primo piatto: 4 alternative di scelta;

Secondo piatto: 2 alternative di scelta;

Contorni vari

Frutta e dessert: frutta cotta, frutta fresca di stagione, purea di mele, yogurth o budino;

Bevande: acqua o vino

In caso di esigenze particolari il Centro è in grado di fornire diete speciali come ad esempio diete semiliquide e  dieta per disfagici.

  • Periodo di riposo/relax dalle ore 11.00 alle ore 14.30
  • Attività di fisioterapia dalle ore 11:00 alle ore 12:00 e  dalle 14.00 alle ore 16.30, per il mantenimento e la stimolazione della funzionalità motoria.
  • Merenda alle ore 16.00.

     Menù tipo: the, camomilla con biscotti e succhi di frutta;

  • Attività di animazione dalle ore 14.30 alle 00 in piccoli gruppi, stimolando l’orientamento, la comunicazione, le funzioni cognitive e la socializzazione degli ospiti.
  • Chiusura del centro Diurno ore 20.00.

La cura e l’igiene dell’ospite è svolta nel corso della giornata sia all’occorrenza, sia in base al programma settimanale.

4.4 Organigramma e standard gestionali

All’interno del Centro Diurno Integrato svolgono la loro attività le seguenti figure professionali:

  • Il Responsabile di struttura
  • Medico Resferente, presente 6 ore settimanali
  • Infermiere professionale dalle 12.00 alle 15.00 dal lunedì al sabato
  • Due terapiste della riabilitazione presenti 20 ore settimanali.
  • Un animatore per un totale di 22 ore settimanali
  • Quattro operatori A.S.A.: due al mattino, uno dalle ore 7.30 alle 15.30 e due al pomeriggio dalle 14.00 alle 20.00

Tutto il personale è riconoscibile dal cartellino identificativo che è tenuto a portare in modo visibile.

4.5 Piano Assistenziale Individualizzato

 Piano Assistenziale Individualizzato (PAI)

Viene effettuata una valutazione multidimensionale dell’ospite per identificare i problemi, gli obiettivi da raggiungere, le modalità ed i tempi di raggiungimento in base ai quali viene definito il piano di assistenza individualizzato iniziale.

La situazione dell’ospite sarà poi soggetta a valutazioni periodiche mirate a controllare il raggiungimento degli obiettivi e/o il verificarsi di nuovi problemi.

La valutazione si attua attraverso:

-valutazione medica (anamnesi, terapia farmacologica in corso, esame obiettivo, parametri vitali)

– valutazione infermieristica ed assistenziale

– valutazione fisiatrica qualora indicato

– altre eventuali valutazioni specialistiche

– valutazione socio-animativa.

Il Piano di Intervento viene così personalizzato: le diverse figure professionali lavorano in equipe   valutando i  risultati raggiunti  ed  eventualmente  riformulando  gli obiettivi.  I programmi d’intervento di terapia occupazionale e riabilitativa vengono così focalizzati sui bisogni di ciascun paziente.

4.6 Partecipazione delle famiglie

Il legame con i familiari è una parte fondamentale nel sostegno alla persona anziana, in tal senso il Centro Diurno favorisce la partecipazione e le relazioni con l’ambiente familiare di provenienza.

I familiari vengono informati del Piano Assistenziale Individuale del loro caro partecipando ad una riunione d’equipe specifica.

Inoltre potranno contribuire al miglioramento dei servizi con suggerimenti e proposte o effettuando reclami, compilando i moduli prestampati, che possono essere ritirati dall’apposita casella del CDI. I moduli indirizzati al Responsabile di struttura e consegnati alla Coordinatrice del CDI saranno protocollati. La coordinatrice del Centro provvederà a dare una immediata risposta per le segnalazioni e reclami di facile soluzione, altrimenti informa la Direzione che predispone un’indagine. Le segnalazioni pervenute riceveranno una risposta entro 15 giorni lavorativi.

4.7 Rilevazione del grado di soddisfazione dell’utenza

La rilevazione del grado di soddisfazione dell’utenza, dei familiari e dei caregiver  viene effettuata annualmente tramite somministrazione del questionario predisposto dall’ATS di Milano. La raccolta dei dati e la predisposizione del relativo report verrà effettuato dalla Coordinatrice del Centro nei mesi di novembre e dicembre di ogni anno. Il report sarà messo a disposizione di tutti nella bacheca dei familiari nel primo trimestre dell’anno successivo.

Il report individuerà i principali aspetti da migliorare e le modalità operative di raggiungimento degli obiettivi.

Il grado di soddisfazione degli operatori verrà misurato tramite somministrazione di un questionario all’uopo predisposto. L’analisi dei dati e la predisposizione del relativo report verrà effettuato dalla Responsabile del CDI nei mesi di novembre e dicembre di ogni anno. Il report sarà messo a disposizione di tutti nella bacheca del CDI di ogni nel primo trimestre dell’anno successivo. 

  1. La nostra offerta

5.1 I Servizi

  • orario di apertura: dal Lunedì al Venerdì dalle 8:00 alle 20:00.

Sabato dalle 9:00 alle 17:00. Chiuso nei giorni festivi.

Il CDI fornisce agli utenti le seguenti prestazioni:

 prestazioni sanitarie: medico – geriatriche (comprese nella retta), specialistiche (fisiatria, ortopedia, dermatologia, neurologia, altre tipologie: sono a carico dell’Utente, che dovrà corrisponderne il prezzo direttamente al Centro o ai fornitori esterni), infermieristiche, riabilitative. Viene effettuata una valutazione medica, programmando le attività sanitarie, controllando e gestendo periodicamente i problemi sanitari intercorrenti;

prestazioni socio-assistenziali: animazione e socializzazione; igiene e cambio abiti dell’ospite. (gli abiti e tutti gli articoli di abbigliamento saranno forniti direttamente dall’Utente, dai familiari e/o dal contraente a loro spese). Viene eseguito un nursing (“accudimento”) orientato al mantenimento delle capacità residue e, se possibile, alla riabilitazione fisica e psichica dell’ospite. Il programma d’animazione mira a favorire l’esercizio delle funzioni psichiche presenti, a cercare di compensare quelle completamente deteriorate ed incrementare quelle potenziali; Il barbiere è un servizio che viene offerto gratuitamente agli ospiti del Centro.

-prestazioni alberghiere: pasti e generi di conforto (si allega un menù tipo).

5.2 Le prestazioni comprese nelle retta giornaliera

La retta include, nell’ambito delle fasce di presenza, l’assistenza medica ed infermieristica, l’animazione, la fisioterapia, la ristorazione, l’igiene e la cura della persona, nella misura in cui tali servizi devono essere resi disponibili all’interno del Centro ai sensi della normativa di settore. Pertanto tali servizi potranno essere resi disponibili in talune fasce orarie invece che in altre, a insindacabile discrezione della Direzione purché nel rispetto del monte ore richiesto dalla normativa, senza che ciò comporti alcun diritto a rimborsi o integrazioni del servizio per gli Utenti che per contratto o per altri motivi non siano presenti in tali fasce orarie.

5.3 Le prestazioni non comprese nelle retta giornaliera

Dalla retta è escluso tutto ciò che non è indicato al punto 5.2 ed in particolare, a titolo esemplificativo, il servizio di parrucchiera, il podologo, il trasporto a domicilio, le altre prestazioni specialistiche, i farmaci, la lavanderia e tutti materiali sanitari (si escludono espressamente i pannoloni).

5.4 Il trasporto

Il Centro garantisce, su richiesta delle famiglie il servizio di trasporto da e per il domicilio con utilizzo dei propri automezzi senza accompagnatore. Il servizio è limitato alla Circoscrizione ed alle zone limitrofe. Gli operatori addetti al trasporto sono operatori ASA che lavorano al CDI.

Chi usufruisce del Servizio di trasporto, deve segnalare la sua assenza telefonando al Centro tra le 8.00 e le 8.30.

  1. Progetti e programmi

6.1 Le attività e i laboratori

Nei laboratori sono progettate attività di animazione che hanno la finalità di creare negli Ospiti maggiore consapevolezza dei parametri spazio temporali, di stimolare la consapevolezza corporea, la comunicazione e la socializzazione. Nell’ambito di queste attività sono sollecitate alcune competenze, quando ancora presenti, quali la lettura, il canto, il disegno, il calcolo, la manualità e la manipolazione di materiali.

Concorrono alle suddette finalità riabilitative l’organizzazione di uscite tematiche, passeggiate, feste e giochi, la visione di film che rievocano ambientazioni e volti a loro noti.

Le attività sono volte, in particolare, a mantenere la memoria del passato il più a lungo possibile, quale unico e prezioso strumento per prendere contatto con la propria identità e per stimolare l’orientamento temporale.

6.2 Formazione ed aggiornamento del personale

Annualmente sono organizzati dal Gestore incontri di formazione e di aggiornamento con il coinvolgimento di tutti i profili professionali, rivolti all’acquisizione ed all’aggiornamento di specifiche competenze professionali, anche in relazione ai problemi della sicurezza. Il Gestore, inoltre, favorirà la partecipazione degli Operatori a corsi esterni organizzati da Enti pubblici.

  1. Rette e tariffe per prestazioni complementari

Le rette per la frequenza ed i costi relativi ai servizi sono a disposizione del pubblico presso la reception e sono aggiornati ogni anno dal CdA dell’Istituto. Sono previste  modalità di frequenza, cui corrispondono rette differenziate:

  • dalle 8.00 alle 14.00 € 46,00
  • dalle 9.00 fino alle 18.00 € 50,00
  • sabato dalle 9:00 alle 17:00 € 50,00

I prezzi suddetti comprendono la prestazione accessoria del trasporto. Nel caso in cui il trasporto non sia richiesto, i prezzi saranno corrispondentemente ridotti come riportato di seguito:

  • dalle 9.00 fino alle 18.00 € 35,00
  • sabato dalle 9:00 alle 17:00 € 35,00

All’atto della stipula del contratto d’ingresso è previsto il versamento di una somma pari al piano di frequenza mensile a titolo di deposito cauzionale infruttifero ex art. 1385 c.c., che alla cessazione del contratto sarà restituito o trattenuto a compensazione di quanto dovuto. Come previsto dalla D.G.R. 21 marzo 1997, n° 26316, si rilascerà entro la fine del mese di aprile agli ospiti la dichiarazione attestante la composizione della retta relativa ai costi sanitari ed ai costi non sanitari, in attuazione del D.P.C.M. del 14 febbraio 2001 ed in conformità con il quadro normativo di riferimento in materia fiscale. Le dichiarazioni potranno essere ritirate presso il front-office al piano terra. Per quanto riguarda il parrucchiere le tariffe sono esposte all’esterno al locale appositamente adibito. Le modifiche alla Carta dei Servizi saranno comunicate quanto prima agli Ospiti, ai Familiari e agli Amministratori di sostegno tramite affissione nella bacheca del Centro.

  1. Recesso e risoluzione del contratto

Qualora l’Ospite, il terzo firmatario del contratto o IGM intendano recedere dal Contratto d’Ingresso, dovranno dare preavviso alla parte con comunicazione scritta almeno 15 giorni prima della data determinata ed entro il medesimo termine l’Ospite deve terminare la frequenza del CDI. Il mancato rispetto del termine di preavviso comporta il pagamento di una somma pari alla retta giornaliera per il numero dei giorni di frequenza del mancato preavviso.

I.G.M. procederà all’immediato allontanamento dell’Ospite ed alla interruzione di ogni prestazione per giusta causa, nei seguenti casi:

  • mancato pagamento di una mensilità della quota, con preavviso di ulteriori quindici giorni;
  • incompatibilità dell’Ospite con la vita comunitaria della struttura (a titolo esemplificativo e non esaustivo: comportamenti violenti nei confronti di altri ospiti e di dipendenti, furto, danneggiamento attrezzature o mobili di proprietà di IGM, inosservanza del divieto di fumo etc..) ;

I.G.M. si attiverà affinché eventuali dimissioni avvengano in modalità assistita dal Comune e dalla A.s.l. competenti.

 Cartella clinica

Per ottenere il rilascio di copia della cartella clinica, occorre che l’ospite o il familiare delegato, inoltri la domanda per iscritto agli uffici della Direzione Medica. Tempi e costi di rilascio: entro 30 giorni lavorativi dalla data di richiesta ad un costo di € 100,00 per diritti di segreteria.

 

Gennaio 2018

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell’Informativa Estesa. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l’Informativa Estesa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi