Home »

 
 

Codice Etico

 

CODICE ETICO

INTRODUZIONE

Il codice etico è l’insieme di valori principali e norme che orientano, guidano e regolano il comportamento, l’agire professionale nei diversi livelli di responsabilità. Il codice etico formalizza i principi che fanno già parte del patrimonio etico di coloro che operano all’interno dell’Istituto Geriatrico Milanese “Opera Pastor Angelicus” (di seguito Istituto Geriatrico Milanese) e che costituiscono fonte di ispirazione nella loro azione e manifesto etico dell’azienda. Per il suo carattere, esso si riferisce a tutti coloro che operano nell’Istituto Geriatrico Milanese in forza di rapporti di lavoro o comunque di collaborazione ma anche a coloro che con l’azienda intrattengono rapporti commerciali.

MISSIONE AZIENDALI

I principali valori cui fa riferimento l’organizzazione dell’Istituto Geriatrico Milanese sono:

  • Il rispetto del diritto di ogni persona ad essere assistita e curata senza alcuna distinzione e discriminazione.
  • La dignità della persona è un valore che deve essere salvaguardato di fronte a qualsiasi difficoltà, malattia o disabilità.
  • Richiede un impegno continuo nello sforzo di farsi carico dei bisogni della persona per assicurare una migliore qualità di vita.
  • Il legame con i familiari è una parte fondamentale nel sostegno della persona anziana, che influisce sul suo stato psicofisico, pertanto IGM favorirà in ogni modo la partecipazione e le relazioni con l’ambiente familiare di provenienza.
  • L’utente e i familiari saranno informati in modo esauriente e corretto. Potranno contribuire al  miglioramento dei servizi con suggerimenti e proposte, o effettuando reclami e segnalando eventuali mal funzionamenti.

VISION AZIENDALE

La residenza sanitaria assistenziale – disabili, “Istituto Geriatrico Milanese”, pone alla base della propria visione aziendale i seguenti valori di riferimento:

  • Centralità della persona;
  • Innovazione, miglioramento del servizio, formazione;
  • Sicurezza nell’ambiente di lavoro, a favore sia dei dipendenti sia degli Ospiti.

NORMATIVE E PRINCIPI DELLA CONDOTTA ETICA

L’Istituto Geriatrico Milanese, con l’adozione del presente codice etico intende impedire ed ostacolare condotte contrarie alle prescrizioni di legge e favorire il miglioramento della qualità dell’attività erogata, tenendo in considerazione i valori espressamente individuati e dichiarati dall’organizzazione. Il presente codice etico, adottato ai sensi della delibera 8496 del 26/11/2008 della Regione Lombardia “Disposizioni in materia di esercizio, accreditamento, contratto e linee di indirizzo per la vigilanza e il controllo delle unità di offerta socio – sanitarie”, trae origine dal D. Lgs. 08/06/2001 n. 231, recante “disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica”.

L’Istituto Geriatrico Milanese, nello svolgimento di tutte le attività tese al raggiungimento delle finalità statuarie, agirà sempre avendo come base i seguenti principi generali:

–        Rispetto della Costituzione, in particolare degli articoli 2, 3, 32 e 38.

–        Rispetto della normativa vigente in ogni ordine e grado, in particolare delle leggi e dei regolamenti riguardanti la materia dei servizi socio – sanitari.

–        Rispetto della legge n. 328/2000, nei suoi capisaldi relativi alla qualità della vita, pari opportunità, non discriminazione e diritti di cittadinanza.

–        Rispetto della legge regione Lombardia n.3/2008.

organizzazione. Istituto Geriatrico Milanese. Istituto Geriatrico Milanese la tutela della privacy e della dignità della persona, in particolare per quanto riguarda gli aspetti legati alla malattia. interno. Istituto Geriatrico Milanese si impegna a garantire i principi etici comunemente riconosciuti quali correttezza, legittimità, trasparenza e lealtà. Trattasi di principi che implicano il rispetto, da parte dei dirigenti, dipendenti e collaboratori nell’adempimento delle proprie funzioni, dei diritti di ogni soggetto comunque coinvolto nell’attività dell’Istituto Geriatrico Milanese. In particolare, tutti i soggetti destinatari del presente documento devono astenersi dal fare o promettere a terzi, in qualunque caso e pur se soggetti a illecite pressioni, dazioni di somme di denaro o altra utilità in qualunque forma e modo, anche indiretto, per promuovere o favorire interessi dell’Istituto Geriatrico Milanese. I destinatari non possono accettare per se o per altri dazioni di somme di denaro o di altre utilità o la promessa di esse per promuovere o favorire interessi di terzi nei rapporti con l’Istituto Geriatrico Milanese. Fanno eccezione a queste prescrizioni solo gli omaggi di modico valore quando siano ascrivibili unicamente ad atti di cortesia nell’ambito di corretti rapporti commerciali e non siano espressamente vietati o, comunque, non possano influenzare la discrezionalità ovvero l’indipendenza del terzo. Tutti coloro che nell’espletamento della loro attività a favore della RSA  Istituto Geriatrico Milanese vengano a trovarsi in situazioni di conflitto d’interesse devono informare immediatamente i propri superiori gerarchici.

RAPPORTI CON L’UTENZA

Tutti coloro che operano all’interno dell’Istituto Geriatrico Milanese si rapportano con gli utenti con disponibilità, rispetto e cortesia, e richiedono altrettanto agli stessi, nell’ottica di un rapporto collaborativo e di professionalità. L’Istituto Geriatrico Milanese si impegna a dare sempre riscontro ai reclami presentati dagli utenti il più tempestivamente possibile, compatibilmente con i tempi tecnici necessari. Gli amministratori, i dirigenti e i dipendenti, nonché tutti coloro che intrattengono rapporti con l’Istituto Geriatrico Milanese sono tenuti alla rigorosa osservanza delle procedure che regolano lo svolgimento di ogni operazione transazione, anche sotto il profilo dell’utilizzo delle risorse finanziarie. Ogni operazione deve essere supportata da adeguata, chiara e completa documentazione da conservare agli atti, in modo da consentire, in ogni momento, il controllo sulle motivazioni, le caratteristiche dell’operazione e i soggetti coinvolti. La documentazione dei fatti elementari, da riportare in contabilità, a supporto della registrazione, deve essere completa, chiara, veritiera e accurata e deve essere tenuta agli atti per ogni opportuna verifica. La connessa registrazione contabile deve riflettere, in maniera completa, chiara, veritiera e accurata ciò che è descritto nella documentazione di supporto. Tutti coloro che operano per conto dell’Istituto Geriatrico Milanese sono tenuti a dare informazioni complete, comprensibili all’utenza, in applicazione delle normative vigenti e, nel caso di trattamenti sanitari, nel rispetto del diritto di autodeterminazione del paziente, acquisendone -ove possibile- un consenso informato.L’Istituto Geriatrico Milanese si impegna a dare massima diffusione al codice etico, agevolandone la conoscenza da parte degli utenti e la comunicazione e il confronto sui temi che ne sono oggetto.Gli utenti potranno comunicare con l’Istituto Geriatrico Milanese in riferimento al codice etico, anche al fine di segnalare eventuali violazioni agli uffici preposti.

RAPPORTI CON I DIPENDENTI E COLLABORATORI

L’Istituto Geriatrico Milanese rispetta la dignità e l’integrità morale di ogni dipendente o collaboratore; non tollera richieste o minacce atte ad indurre le persone ad agire contro legge ed in violazione del codice etico, ne atti di violenza psicologica e/o comportamenti discriminatori o lesivi. L’Istituto Geriatrico Milanese garantisce ai propri dipendenti ambienti di lavoro sicuri e salubri e favorisce una cultura della sicurezza. La valutazione del personale da assumere è effettuata sulla base dei profili dei candidati alle esigenze aziendali nel rispetto delle norme vigenti. L’Istituto Geriatrico Milanese valorizza il proprio personale senza pregiudizio o favoritismi, impegnandosi nella formazione dello stesso. Favorisce la flessibilità nell’organizzazione del lavoro che tenga conto dello stato del lavoratore (maternità, invalidità, etc.). Le politiche del personale sono rese disponibili attraverso gli strumenti di comunicazione aziendali quali: internet, documenti organizzativi e comunicazioni. I dipendenti/collaboratori devono agire lealmente al fine di rispettare gli obblighi contrattuali e in conformità a quanto previsto dal codice etico. In particolare, il dipendente o collaboratore è tenuto a conoscere ed attuare quanto previsto dalle politiche aziendali in tema di sicurezza delle informazioni e a garantirne l’integrità, ad operare con diligenza al fine di tutelare i beni aziendali, utilizzandoli con la parsimonia e scrupolo ed evidenziando utilizzi impropri. I destinatari del codice etico devono agire con spirito di collaborazione apportando all’attività sociale il contributo di competenze di cui dispongono con l’osservanza dei criteri di confidenzialità e riservatezza per quanto attiene qualsiasi informazione di cui vengano in possesso per qualsivoglia motivo.

RAPPORTI CON TERZI

La conformità alla legge ed alle disposizioni previste dal presente documento sono requisito necessario per tutti i suoi collaboratori. Il comportamento dei soggetti che collaborano con l’Istituto Geriatrico Milanese, oltre che in sintonia con le politiche aziendali, deve essere improntato ai principi di professionalità, diligenza e correttezza sanciti nel presente codice etico. I collaboratori qualora soggetti ai propri codici di deontologia professionale sono tenuti al rispetto degli stessi. L’Istituto Geriatrico Milanese si impegna ad evitare con qualunque mezzo a sua disposizione eventuali illeciti favoritismi nella selezione od assunzione dei propri collaboratori. Nei rapporti con i fornitori, tutti i dipendenti e collaboratori devono privilegiare gli interessi dell’Istituto Geriatrico Milanese e dei pazienti, astenendosi dal porre in essere comportamenti volti a conseguire un vantaggio personale. L’Istituto Geriatrico Milanese si impegna a fornire dati ed informazioni verso l’esterno, in modo da garantire la correttezza e la veridicità delle medesime. I rapporti con i mezzi di informazione sono riservati unicamente alle funzioni a ciò preposte, che ricevono dai dipendenti e collaboratori dell’Istituto Geriatrico Milanese tutte le informazioni suscettibili di comunicazione.

PUBBLICIZZAZIONE E DIFFUSIONE DEL CODICE ETICO

Al fine di garantire la sua osservanza e la sua osservanza, l’Istituto Geriatrico Milanese si fa carico di diffondere il presente documento. In particolare l’Istituto Geriatrico Milanese si impegna a diffondere il codice etico, a mettere a disposizione ogni eventuale strumento che ne favorisca la piena applicazione, a controllare il rispetto dei principi in esso contenuti. Il presente documento sarà distribuito a tutti coloro che collaborano a vario titolo con l’Istituto Geriatrico Milanese e in particolare ai dipendenti affinché, una volta costituito il rapporto di lavoro, il dipendente o il dirigente sia conscio dei valori morali, dei criteri di comportamento generali e specifici che permeano qualsiasi attività che l’Istituto Geriatrico Milanese pone in essere.

QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO

Principi Costituzionali

I principi ispiratori dell’attività dell’Istituto Geriatrico Milanese sono quelli enunciati dall’art. 2 e dall’art. 97 della Costituzione italiana, ovvero l’imparzialità e il buon andamento. Nel rispetto del principio dell’imparzialità l’Istituto Geriatrico Milanese è tenuto a ponderare tutti gli interessi meritevoli di tutela che siano coinvolti dalle proprie decisioni. Le politiche di indirizzo si uniformano a questi principi, che vengono fatti propri dal codice etico. Per buon andamento si intende la garanzia di trasparenza per il cittadino di ogni azione dell’Istituto Geriatrico Milanese. Oltre al fatto che la stessa si impegna a svolgere la sua attività nel rispetto dei criteri di economicità ed efficacia.

Normativa regionale

DGR n. VII/17864 dell’11 giugno 2004, con la quale la Regione Lombardia ha dato avvio alla sperimentazione del codice etico comportamentale, definendo anche quali aree di interesse dovessero essere analizzate nel corso della sperimentazione e le modalità di svolgimento.

DVR n. VIII/3776 del 13 dicembre 2006 con la quale la Regione Lombardia è intervenuta, fra l’altro, in materia di codici etici comportamentali dettando le linee guida regionali per l’adozione del codice etico e dei modelli organizzazione.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell’Informativa Estesa. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l’Informativa Estesa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi